ARCHIVIO INTERNET DEI MARXISTI

Selezione di Autori Marxisti

 

Karl Marx (1818/1883), Friedrich Engels (1820/1895): fondatori della pratica e della teoria socialista. Poggiarono le basi del socialismo sull'analisi dello sviluppo del capitalismo, della storia della societÓ e la critica alle altre filosofie. Fondarono la Lega dei Comunisti e la prima internazionale.

 
 
Lenin

Vladimir Lenin (1870/1924): membro fondatore, teorico e dirigente del Partito Bolscevico. Protagonista della Rivoluzione d'Ottobre, condusse il partito e i Soviet alla presa del potere e ne rimase alla guida sino al 1922. Cre˛ l'Internazionale Comunista, formul˛ la teoria sull'Imperialismo e del partito come avanguardia rivoluzionaria.

 
 

Antonio Labriola (1843/1904): padre del marxismo italiano. Filosofo di matrice hegeliana, introdusse lo studio del materialismo dialettico, difendendo il marxismo dal revisionismo e all'individualismo.

Labriola
 
 
Rosa

Rosa Luxemburg (1871/1919) : Promotrice dell'idea di sciopera generale come arma di lotta di classe, Instancabile oppositrice della WWI. Si separ˛ dai socialdemocratici tedesci e fond˛ la Lega Spartachista, e dopo il Partito Comunista. Si oppose ai Bolscevichi. Venne giustiziata dal governo tedesco.

 
 

Leon Trotsky (1879/1940) : prima menscevico, successivamente si uný ai rivoluzionari bolscevichi. Come commissario di guerra condusse l'Armata Rossa alla vittoria durante la Guerra Civile. Cre˛ e diresse un'opposizione di sinistra a Stalin. Svilupp˛ la teoria della Rivoluzione Permanente che si opponeva alla politica stalinista del Socialismo in un solo paese. Perseguitato e esiliato negli anni venti, fondo la quarta internazionale, che si poneva come alternativa alla terza internazionale, di ispirazione stalinista. Denunci˛ per tutta la vita lo stalinismo e i suoi crimini, Venne ucciso nella sua casa a CoyacÓn in Messico da un sicario di Stalin, il 21 Agosto 1940.

Trotski
 
 
gramsci

Antonio Gramsci (1891/1937) : fondatore del PCI, venne imprigionato dal fascismo e condannato a vent'anni di prigione. In carcere scrive "I Quaderni". Sviluppa i concetti di egemonia, base e sovrastruttura, intellettuale organico e guerra di posizione. Muore in carcere.